Il nostro sito web non è ottimizzato per la versione del vostro browser.

Visualizza comunque la pagina

Iniziativa “Per un’imposta di circolazione più giusta!”

Un’iniziativa volta ad abbassare l’imposta di circolazione più cara di tutta la Svizzera

Domenica 30 ottobre 2022, oltre il 60% delle cittadine e dei cittadini ticinesi ha votato a favore dell’iniziativa “Per un’imposta di circolazione più giusta!”: l’iniziativa popolare del Centro a favore del ceto medio e delle famiglie.

Grazie a questo risultato, già a partire dal 2023, avremo una riduzione importante dell’imposta di circolazione. Un aiuto concreto che darà un po’ di respiro a tutti, in un momento dove il potere d’acquisto è duramente colpito dai continui rincari.

L’iniziativa è il frutto di un percorso, non semplice, iniziato con la raccolta firme di 5 anni fa. Sono più di 12’000 le firme che sono state raccolte e depositate a Palazzo delle Orsoline nel 2017. Un segnale – oltre che un risultato – importante, ottenuto grazie all’impegno del primo firmatario dell’iniziativa nonché vicepresidente cantonale del Centro Marco Passalia, del presidente cantonale Fiorenzo Dadò, del capogruppo in Gran Consiglio Maurizio Agustoni, dell’ufficio presidenziale cantonale del Centro e di tutti gli aderenti che hanno sostenuto la causa.

Ricordiamo che l’iniziativa è nata in risposta al malumore dei cittadini ticinesi a seguito all’ultima modifica di legge, del 2017, che ha portato a un’ulteriore rincaro dell’imposta di circolazione per 135’000 automobilisti (17’000 dei quali hanno avuto addirittura un aumento del 100% della tassa). Oltre all’aumento dell’imposta, già peraltro tra le più elevate della Svizzera, l’insoddisfazione è dipesa anche da altri fattori. In primis, il metodo di calcolo: complesso e obsoleto, basato su un sistema di bonus/malus che consentiva al Consiglio di Stato di aumentare l’imposta senza alcun controllo democratico. Vi era poi la questione legata all’utilizzo poco chiaro dei proventi dell’imposta di circolazione: a mancare era la correlazione tra quanto incassato dal Cantone e quanto effettivamente speso per la costruzione e la manutenzione delle strade.

Oggi, grazie all’approvazione dell’iniziativa da parte del popolo, non solo l’imposta verrà abbassata, allineandosi così alla media svizzera, ma dovrà esserci un equilibrio con i costi della mobilità stradale e non potranno più esserci aumenti incontrollati e abusivi. Ogni modifica dell’imposta dovrà essere sottoposta al controllo del Gran Consiglio e a referendum popolare facoltativo. Inoltre, determinando l’ammontare dell’imposta in funzione della quantità di emissioni di CO2 del veicolo, si favorisce la transizione ecologica.

Un’iniziativa per tutti, a favore delle famiglie e dell’ambiente.

Downloads

Iniziativa popolare legislativa - 4 agosto 2017 PDF File da 4 Agosto 2017 Rapporto Commissione gestione e finanze - 27 marzo 2018 PDF File da 27 Marzo 2018 Messaggio del Consiglio di Stato - 20 maggio 2020 PDF File da 20 Maggio 2020 Rapporto di maggioranza della Commissione gestione e finanze PDF File da 14 Giugno 2024 Decisione del Gran Consiglio - 22 giugno 2022 PDF File da 22 Giugno 2022

Consultazioni correlate

Contenuti correlati

Le opinioni e gli articoli sul tema

Partecipa anche tu!